Cinquina Inter a Benevento, prima vittoria Spezia

L’Inter schianta il Benevento con un netto 5-2 e si porta in testa alla classifica a punteggio pieno dopo le prime due giornate di Serie A.
Nel recupero della prima giornata i ragazzi di Conte approcciano nel migliore dei modi alla sfida del Vigorito e dopo appena trenta secondi passano in vantaggio con una combinazione splendida che coinvolge Kolarov e Hakimi, autore dell’assist vincente per il solito Romelu Lukaku. L’approccio è brillante e la gestione dei minuti successivi pone le basi per il raddoppio, arrivato al 25′ con una splendida conclusione di prima intenzione di Roberto Gagliardini. Il Benevento va in difficoltà a livello psicologico e così pochi istanti dopo, al termine di un’azione insistita, Lukaku firma la doppietta personale con una conclusione sottomisura. Gli ospiti si distraggono e da un pasticcio di Handanovic arriva il gol che accorcia le distanze di Gianluca Caprari, che deve però ringraziare il portiere sloveno. A tre giri di lancette dall’intervallo c’è gloria anche per Hakimi, che dopo un buco di Lukaku che manda fuori giri la difesa di casa può depositare in rete nella porta sguarnita il poker nerazzurro. Nella ripresa i ritmi si abbassano a ci pensa il neo entrato Lautaro Martinez a trovare la via del gol con uno splendido tiro a giro a venti dalla fine, quindi con un contropiede perfetto Caprari si regala la soddisfazione di una doppietta all’Inter che non evita però il pesante passivo di 2-5.

Alla Dacia Arena, invece, lo Spezia centra la prima vittoria in Serie A battendo in trasferta l’Udinese per 2-0 nel recupero della prima giornata. Decisiva la doppietta di Galabinov.
Avvio sprint della formazione di Italiano che dopo soli due minuti sblocca il risultato con una punizione di Ricci, ma l’intervento del Var segnala la posizione in fuorigioco di Verde e la rete viene annullata. Con il passare dei minuti, gli uomini di Gotti iniziano a prendere le misure e arrivano occasioni importanti da una parte e dall’altra. Al 17’ grande spunto di Maggiore che lungo la corsia mancina vince un contrasto e arriva sul fondo per mettere in mezzo. Cross per Verde che si coordina con il destro ma è provvidenziale il salvataggio sulla linea di Becao. La risposta dei friulani arriva dopo un’uscita da rivedere dell’estremo difensore dello Spezia che favorisce Okaka ma il numero 7 bianconero da due passi sbaglia l’appoggio a rete e calcia alto sopra la traversa. Gli ospiti si portano in vantaggio al 29’: azione sulla fascia sinistra da parte di Gyasi che fa partire un traversone con il contagiri per Galabinov. Il bulgaro sfugge alla marcatura di Palumbo e di testa supera Musso. Nella ripresa viene espulso Terzi per doppia ammonizione e Lasagna ha sui piedi la palla per agguantare il pareggio, ma la grande respinta di Rafael, appena entrato, salva lo Spezia. Udinese che, forte dell’uomo in più, riesce a prendere campo e si crea più volte l’occasione di segnare, ma pecca di cattiveria negli ultimi metri. Allo scadere del recupero, Rafael lancia direttamente per Galabinov, che tutto solo davanti a Musso firma la doppietta a chiude la partita.
(ITALPRESS).