Manifesti choc a Torino, Cirio come Aldo Moro rapito da BR

TORINO (ITALPRESS) – Dopo i due proiettili inviati ieri al tribunale di Torino, si inasprisce il clima di tensione in citta’. Sono infatti apparsi stamani nella zona del palazzo di giustizia
intitolato a Bruno Caccia, dei manifesti di accusa rivolti alle massime autorita’ cittadine. Successivamente nell’area del centro sociale Askatasuna, in corso Regina Margherita, sono poi comparse alcune decine di manifesti raffiguranti il volto del governatore del Piemonte, Alberto Cirio, sovrapposto a quello di Aldo Moro in una delle foto scattate durante la detenzione del 1978 nel covo della Brigate Rosse. Una serie di episodi, che segue di pochi
giorni l’arresto di Dana Lauriola, portavoce del movimento No Tav e dei centri sociali cittadini da oltre un decennio, avvenuto nei giorni scorsi. La Digos ha aperto un’attivita’ investigativa,
tutto in corso per risalire agli autori. Solidarieta’ a Cirio e’ arrivata da varie forze politiche.
(ITALPRESS).