Suzuki protagonista ad Adria nell’Aci Rally Italia Talent

L’edizione dei record di Aci Rally Italia Talent sta vivendo in questi giorni il suo atto conclusivo. Stamane hanno preso il via, presso l’Adria International Raceway di Cavanella Po, le finali nazionali della settima edizione che, a dispetto della pandemia, ha fatto registrare un primato storico di iscrizioni. In palio per i finalisti c’è la possibilità di prendere parte gratuitamente a gare valide per i Campionati o i Trofei titolati Aci Sport nel Team ufficiale di Rally Italia Talent.
Dopo aver vagliato la cifra record di 10.538 candidature, l’Organizzazione di Rally Italia Talent 2020 ha convocato sul circuito di Adria 47 aspiranti piloti e 37 aspiranti navigatori. Nei prossimi giorni, i partecipanti dovranno dar prova del loro talento in prove di destrezza, compresa una “speciale” emozionante e impegnativa gara in notturna. Ogni fase si disputerà a bordo di Suzuki Swift Sport Hybrid, che l’organizzazione ha scelto come auto ufficiale. Swift Sport Hybrid rappresenta la vettura ideale per far emergere i campioni di domani, grazie anche alla sua straordinaria reattività, frutto di rapporti peso/potenza e peso/coppia ai vertici della categoria, calcolati sulla base di una massa di 1.020 kg, di una potenza di 129 cv e di una coppia massima di 235 Nm costanti tra i 2.000 e i 3.000 giri.

Le caratteristiche della “hot hatch” della Casa di Hamamatsu sono ideali per mettere in risalto le capacità e il talento degli aspiranti piloti. Ad ogni intervento sullo sterzo, sui freni e sull’acceleratore, Swift Sport risponde in modo istantaneo, dando al guidatore un feeling immediato che gli permettono di percepire l’auto come una sua estensione per un controllo assoluto.
Scorrendo l’elenco dei finalisti spicca la presenza di 16 donne e quella di 13 minorenni. Questo dato esprime quanto sia forte la passione per i motori tra il pubblico femminile e tra i più giovani, due categorie che Rally Italia Talent 2020 ha dimostrato di avere a cuore sin dalla prima edizione del 2014. Quest’anno, inoltre, la manifestazione ha dato un senso ancor più ampio al suo hashtag #rallypertutti, inserendo, a costo zero, la categoria delle persone diversamente abili. Degli oltre 100 candidati, sette sono stati ammessi alla finale di Adria, dove avranno a disposizione la Swift con cambio robotizzato e comandi speciali che permette loro di affrontare tutti gli esercizi di guida.
(ITALPRESS).