Quadarella “Virus maledetto, non so come l’ho preso”

ROMA (ITALPRESS) – “Sono dispiaciuta e arrabbiata. All’inizio eravamo increduli, era tutto così assurdo”. In un’intervista rilasciata al quotidiano “La Repubblica” Simona Quadarella racconta la sua esperienza diretta con il virus che sta mettendo in ginocchio il mondo. La nuotatrice azzurra è tra i 10 azzurri risultati positivi al Covid durante il collegiale di Livigno. A comunicarle la positività è stato il suo “allenatore, Christian Minotti. Ha bussato alla porta, di prima mattina. Siamo in isolamento, ognuno in una camera diversa. Sappiamo che a noi è andata bene perchè non abbiamo sintomi, ma la riflessione di tutti è stata la stessa: questo virus è maledetto. Siamo stati sempre attenti. In sicurezza. Davvero non capiamo, e mai lo sapremo, chi o cosa è stato l’untore. Il pensiero è andato a chi soffre e a chi ci combatte”. La campionessa romana (nel 2019 ha vinto i Mondiali nei 1500 stile libero) passa il tempo al telefono e pensa anche a quando potrà riprendere a nuotare e alle ripercussioni che il virus potrà avere sulle sue prestazioni.
“E’ un bel dilemma: l’acquaticità è cosa che richiede tempo e già abbiamo perso mesi di allenamento. Ora che pensavamo di tornare alle gare…”. Non pensa a un diario delle sue giornate come Federica Pellegrini (“Non l’ho sentita, ho letto che sta meglio, meno male”) e passa il tempo “tra gli esercizi che mi ha chiesto il coach che si fa sentire anche via telefono. Poi sto recuperando il tempo perduto di tutte le serie tv che non ho potuto vedere prima”.
(ITALPRESS).