Acquaroli “Digitalizzare l’offerta turistica delle Marche”

ANCONA (ITALPRESS) – Digitalizzare l’offerta turistica delle Marche. Lo ha proposto il presidente della Regione Francesco Acquaroli che ha incontrato oggi in videoconferenza Inside Marche Live, l’associazione regionale dei tour operator incoming che mobilitano oltre 1 milione di presenze l’anno (su 10 mln presenze totali nelle Marche) con volumi di affari di oltre 68 milioni di euro (superiori in proporzione alla Sicilia ed alla Liguria). “Vogliamo mettere insieme le esperienze attraverso la tecnologia e fare sinergia per rafforzare la presenza delle Marche sugli scenari internazionali – ha spiegato – superando la frammentazione dei territori che troppo spesso ci penalizza ed implementando la platea di turisti che ogni anno scelgono la nostra regione per le loro vacanze”. Nell’incontro sono state discusse sia le iniziative volte ad affrontare questo momento legato alla pandemia sia le proposte per una nuova progettualità. Gli operatori hanno rimarcato la necessità di un sostegno forte per la tenuta delle aziende attraverso un’azione di spinta sul livello nazionale per contributi a fondo perduto e per cassa integrazione e con misure di livello regionale. Si è parlato anche del potenziamento dell’aeroporto e del miglioramento dell’accoglienza e dei collegamenti allo scalo, di come rivitalizzare le aree del sisma e di un progetto di digitalizzazione per rafforzare l’immagine delle Marche, della presenza alle fiere, delle iniziative di promo-commercializzazione, della realizzazione di uno studio di fattibilità di una Borsa del Turismo dell’Adriatico, in linea con la strategia ed il Protocollo di intesa sul Corridoio adriatico che la Regione ha iniziato di collaborazione con le Regioni Abruzzo, Molise, Puglia. Il presidente Acquaroli ha inoltre accolto con favore la proposta di istituire un tavolo permanente di concertazione. “L’auspicio e la nostra volontà – ha detto il Presidente – è che si possa affrontare un percorso condiviso di collaborazione, anche tramite un tavolo di concertazione permanente. Comprendiamo il danno subito dal settore e il rischio che tante attività corrono”. “Valuteremo – ha aggiunto Acquaroli -le possibilità di sostegno che come Regione saremo in grado di fornire alle imprese e metteremo in campo tutte le iniziative di cui avremo la possibilità. Saremo anche molto insistenti con il governo, auspichiamo che gli impegni presi dal ministro Gualtieri possano essere mantenuti. Allo stesso tempo stiamo lavorando per cogliere ogni opportunità che il Recovery Fund potrà offrirci”.
(ITALPRESS).