D’Amato e Villa campionesse italiane di artistica

Asia D’Amato e Giorgia Villa vincono il titolo – in ex aequo – di campionesse italiane assolute di ginnastica artistica femminile. Le due diciassettenni della Brixia di Brescia, entrambe in forza al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro della Polizia di Stato, si sono imposte con il totale di 55.100 precedendo Martina Maggio, bronzo con 55.050, a solo mezzo decimo di differenza. Ai piedi del podio Irene Lanza (S.G. di Torino) con il personale di 53.450. A seguire Alice D’Amato (pt. 53.400), Angela Andreoli (pt. 53.000), Veronica Mandriota (pt. 52.150) e Sara Ricciardi (pt. 51.5850). Un testa a testa emozionante, iniziato fin dai primi attrezzi, con gli exploit al volteggio (14.500) per D’Amato e alle parallele asimmetriche (14.500) per Villa. Si sono comunque messe in luce anche le altre atlete presenti al Pala Vesuvio di via Argine, e cioè Giorgia Leone, Maria Vittoria Cocciolo, Caterina Vitale, Francesca Noemi Linari, Alessia Federici, Chiara Vincenzi, Diana Barbanotti, Caterina Cereghetti, Manila Esposito, Carolina James e Alessia Canali, dimostrando l’ottimo stato di salute della GAF che purtroppo, a causa dell’emergenza epidemiologica dovuta al Covid-19, non prenderà parte alla rassegna europea di Kiev, in Ucraina. Alle premiazioni hanno partecipato il presidente della Federazione Ginnastica d’Italia, Gherardo Tecchi, il suo vice Rosario Pitton, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’sssessore allo sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, il presidente del Comitato Tecnico GAF della Federazione Internazionale, Donatella Sacchi e il presidente del comitato Regionale Fgi Campania, Aldo Castaldo nonché numero uno della società organizzatrice, la Ginnastica Campania 2000.
(ITALPRESS).