Bando della ricerca finalizzata, Fondazione Gemelli ai primi posti

ROMA (ITALPRESS) – Ottima la performance della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS al Bando della ricerca finalizzata 2019 del ministero della Salute. Il Comitato Tecnico Sanitario della Salute a fine settembre ha approvato la graduatoria finale, appena pubblicata sul sito del ministero, per i progetti vincitori nelle tre categorie progettuali: ‘Giovani Ricercatorì (GR), ‘Ordinari di ricerca finalizzatà (RF) e ‘Cofinanziatì (CO). Il Gemelli ne esce a testa alta, collocandosi al terzo posto della graduatoria nazionale per la categoria ‘Giovani ricercatorì, al quinto posto per i progetti ‘Ricerca Finalizzatà e al quarto posto come finanziamento complessivo.
“Siamo davvero orgogliosi dei risultati ottenuti – commenta Giovanni Scambia, direttore scientifico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS – particolarmente lusinghieri soprattutto nella sezione Giovani Ricercatorì, che ha ottenuto un tasso di successo del 20%”.
“Le nostre giovani leve – aggiunge Scambia – fanno onore alla nostra Fondazione e fanno presagire un futuro di successi sul panorama nazionale della ricerca scientifica, che già ci vede solidamente ai primi posti. Ma non ci culliamo certo sugli allori. Anzi esortiamo tutti a mettersi di nuovo al lavoro con l’auspicio di far sempre meglio, anno dopo anno”.
Ed ecco i progetti vincitori nelle diverse sezioni.
Progetti ordinari di ricerca finalizzata (RF), sezione change promoting: professor Eugenio Maria Mercuri (Neurologia e psichiatria) Personalized medicine for spinal muscular atrophy: a translational project to achieve patient specific therapeutic guidance; professor Alfredo Pontecorvi (Oncologia) Multiarray molecular strategy for the analysis of fine needle aspiration biopsies in the preoperativediagnosis of thyroid cancer; professor Benedetto Falsini (Oculistica) Painless Nerve Growth factor: neuroprotective anti-inflammatory actions on visual loss in optic pathway glioma.
Progetti ordinari di ricerca finalizzata (RF), sezione theory enhancing: professor Roberto Pallini (Oncologia) Control of growth and invasiveness of glioblastoma by modulation of ciliogenesis in glioma stem cells. A novel target against glioblastoma for precision medicine; professor Andrea Giaccari (Endocrinologia) Erythrocyte membrane fluidity as a personalized biomarker for a quantitative biological assessment of cardiovascular risk score in Type 2 Diabetes.
Progetti di ricerca con co-finanziamento industriale: professoressa Domenica Lorusso (Oncologia) PARP inhibitors in first line ovarian cancer treatment: prediction of response and resistance.
Programmi di rete (NET): professor Francesco Franceschi New models for patient management in the Emergency Department: looking for improvement of efficiency and quality (Lombardia, Liguria, Lazio).
Progetti Giovani Ricercatori (change promoting): dottor Gabriele Spoletini (Trapiantologia) Indocyanine green clearance test in liver transplantation: defining cut-off levels for graft viability assessment during organ retrieval and forthe prediction of post-transplant graft function recovery; dottoressa Claudia Brogna (Pediatria) Study of genotype and phenotype characterization and biomarkers profile in Duchenne Muscular Distrophy with small mutations; dottor Raffaele Iorio (Neurologia e Psichiatria) Single-cell deep phenotyping of B lymphocytes to personalize immunotherapy in patients with myasthenia gravis; dottor Rocco Antonio Montone (Cardiologia-Pneumologia) PROgnostic value of precision medicine in patients with Myocardial Infarction and non-obStructive coronary artEries: the PROMISE study; dottor Giuseppe Vizzielli (Oncologia) Longitudinal genomic and transcriptomic analysis on ovarian cancer organoids.
Progetti Giovani Ricercatori (theory enhancing): dottor Salvatore Annunziata (Diagnostica) PET metrics for the personalized medicine in high-grade lymphoma; dottoressa Chiara Leoni (Pediatria) Pain in RASopathies: new investigative techniques and possible treatments; dottoressa Valentina Palmieri (Trapiantologia) REPROGRAM-BONE, REgenerative PROtein-dialoguing GRAphene: personalized Material for BONE grafting
Sono stati 1703 i progetti presentati da ricercatori operanti in strutture del Servizio sanitario nazionale e certificati dai rispettivi destinatari istituzionali.
I progetti finanziabili erano: 107 Progetti Ordinari di Ricerca Finalizzata; 104 Progetti presentati da Giovani Ricercatori; 7 Progetti Cofinanziati; 38 borse di studio rivolte a giovani ricercatori sotto i 33 anni previste nella sezione Starting Grant.
Questi si aggiungono ai 2 progetti dei “Programmi di rete” NET e al progetto di ricerca sulla Fibromialgia (quest’ultimo ha visto coinvolte tutte le regioni con il coordinamento della regione Liguria), per un finanziamento complessivo pari a 100 milioni di euro.
Sono 100 milioni di euro i fondi per la ricerca sanitaria messi a disposizione dal ministero della Salute con il Bando della ricerca finalizzata, edizione 2019.
La percentuale di proposte finanziate, su scala nazionale, è risultata pari al 15% di tutti i progetti presentati.
(ITALPRESS).