Mir, Team e Costruttori: Suzuki a Valencia per sognare

Suzuki sogna. La casa giapponese sta vivendo un momento d’oro in MotoGP, proprio in concomitanza dei festeggiamenti per i 100 anni dalla fondazione della sua costituzione e per i 60 anni dall’esordio nell’attività sportiva. Il Team Suzuki Ecstar ha portato in pista una GSX-RR veloce, perfetta e affidabile e, grazie alle performance dei suoi piloti, a sole due tappe dalla conclusione del campionato MotoGP, può vantare un palmares di ben 11 podi complessivi e questo weekend concorrerà per il titolo mondiale piloti. Il giovane maiorchino Joan Mir, che domenica a Valencia ha conquistato per la prima volta il gradino più alto del podio, si trova adesso in testa alla classifica del mondiale piloti, a 37 punti di margine dal suo compagno di squadra Alex Rins, a pari merito con il pilota Yamaha Fabio Quartararo. E domenica può laurearsi campione. Ma la Suzuki aspira anche ad altri due titoli. Grazie ai quattro podi conquistati anche da Rins, che ha contribuito in modo determinante negli anni scorsi allo sviluppo della GSXRR, la casa giapponese è in testa anche alle classifiche Costruttori e Team e sogna un incredibile “triplete”.

Merito anche del lavoro del team manager Davide Brivio, punto di riferimento della squadra, che ha creato un clima in cui forza, sicurezza e consapevolezza dei propri mezzi hanno arricchito il box Suzuki, dando forma ad un team compatto e portando gli ingegneri a lavorare all’unico obiettivo di annoverare la GSX-RR tra le moto più competitive ed in corsa per il titolo. Per tutti questi motivi, sperando di festeggiare, domenica – a partire dalle ore 13.30 – Suzuki ha previsto sulla sua pagina Facebook una diretta Live per commentare la gara insieme al campione del mondo su Suzuki, Marco Lucchinelli e al giornalista e commentatore storico della Superbike, Max Temporali.
(ITALPRESS).