Pirlo “Sfida al Barça importante per crescita e autostima”

BARCELLONA (SPAGNA) (ITALPRESS) – “Questa partita è importante soprattutto per la nostra crescita e autostima. Arrivare primi è importante, ma lo è ancor di più quello che avremo messo in campo”. Andrea Pirlo va già oltre il risultato di domani al Camp Nou. La Juve deve ribaltare lo 0-2 di Torino per chiudere il girone di Champions in testa e assicurarsi un sorteggio migliore agli ottavi ma il tecnico bianconero vuole soprattutto risposte a livello di prestazione dopo le ultime gare sottotono. “Sappiamo che ci sarà da soffrire, ma siamo sereni e vogliamo giocarcela a viso aperto, consapevoli dei nostri errori nella gara d’andata – insiste Pirlo – Rispetto a quella partita dobbiamo migliorare la fase di non possesso, essere più stretti con le linee di centrocampo e difesa”. Detto che Pirlo non crede a un Barcellona in crisi (“sono una grande squadra”), il tecnico spera di rivedere anche l’approccio mostrato nel secondo tempo col Torino. “Nel derby abbiamo avuto un atteggiamento completamente diverso tra primo e secondo tempo, vincendo tutti i duelli. E’ l’atteggiamento che fa parte del Dna della Juve e non deve mai mancare”, avverte ancora Pirlo, ricordando però che “è un periodo dove tante grandi fanno fatica. E’ normale, i grandi giocatori hanno avuto poco tempo per riposare e sono stati subito impegnati con le Nazionali. Si regolarizzerà tutto dopo Natale”. Possibile l’impiego di Buffon (“sta bene e potrebbe giocare, si meriterebbe questo palcoscenico”), sull’atteso confronto fra Messi e Ronaldo Pirlo si schiera con Koeman: “Ha ragione. Sarebbe sbagliato dire chi è più bravo. Sono due fenomeni, che danno spettacolo a milioni di tifosi. Bisogna solo ringraziarli”.

“Dobbiamo avere lo stesso atteggiamento del secondo tempo del derby: aggressività e voglia di vincere. Può essere l’inizio di un nuovo percorso”. Anche per Leonardo Bonucci la sfida di domani al Camp Nou mette in palio più del primo posto nel girone. “Domani sera ci sono tutti gli ingredienti per una grande partita – sottolinea il difensore della Juve – Un risultato positivo aiuterebbe molto il percorso di crescita della squadra”. Per prendersi il primato, però, c’è da ribaltare lo 0-2 di Torino. “La Champions League è una competizione di grandi imprese, sarà una gara dura ma sappiamo che con le nostre qualità e i nostri valori possiamo fare male al Barcellona”, insiste Bonucci, che ricordando i gol annullati a Morata aggiunge: “All’andata è stata questione di centimetri”. Grande attesa anche per il confronto fra Ronaldo e Messi. “Si incontrano due dei migliori giocatori della storia del calcio. Fa molto piacere farne parte. Come si ferma Messi? Con un grande lavoro di squadra. Vogliamo esaltare le qualità del nostro alieno”.
(ITALPRESS).