Pilato e Ceccon volano a Tokyo, Pellegrini domina nei 200 stile

ROMA (ITALPRESS) – Benedetta Pilato e Thomas Ceccon esaudiscono il sogno chiamato ‘Tokyò e staccano due pass olimpici. La giovanissima azzurra, classe 2005, mette in scena una prova altisonante ai Campionati Assoluti invernali in corso di svolgimento a Riccione e si qualifica alle sue prime Olimpiadi nei 100 metri rana. Pilato si dimostra sempre più in crescita, firmando anche il nuovo record italiano con il tempo di 1’06″02 davanti a Martina Carraro (1’06″58) e Arianna Castiglioni (1’07″01): “L’obiettivo Tokyo è raggiunto – racconta – ma è solo un punto di partenza. Tutti i sacrifici che ho fatto hanno pagato, questo è un riscatto per me. Non vedo l’ora di tornare ad allenarmi per migliorare sempre di più”. Anche Ceccon sarà alle Olimpiadi nei 100 metri dorso, anche lui con il nuovo primato italiano. L’atleta delle Fiamme Oro-Leosport ferma il cronometro in 52″84, precedendo Simone Sabbioni e Christopher Ciccarese: “Il tempo è molto buono, sono stato uno dei pochi fortunati a potersi allenare da settembre fino ad adesso. Andare a Tokyo è un sogno che si avvera. In allenamento ho fatto tempi che mi facevano sperare bene”, le emozioni di Ceccon. Niente pass olimpico, ma prova convincente per Federica Pellegrini, capace di dominare la propria serie nei 200 stile libero. La Divina rimarca ancor più la differenza con le proprie connazionali in questa specialità, firmando un 1’57″58: “Siamo venuti qui per vedere a che punto siamo. La mia preparazione ha subito una pausa, senza continuità è ancora difficile capire il tutto. Devo dire che questo tempo con due settimane di stop va più che bene”, le parole della Pellegrini. Nicolò Martinenghi, con un convincente 59″31, vince il titolo dei 100 metri rana davanti a Andrea Castello e Alessandro Pinzuti, nonostante un piccolo calo nel finale. Matteo Ciampi brilla e trionfa nei 400 metri stile libero, specialità in cui Gregorio Paltrinieri ha gareggiato in mattinata firmando un 3’50″17 (secondo tempo). Di Silvia Scalia invece il miglior tempo e il titolo dei 50 metri dorso. Matteo Rivolta vince i 100 metri farfalla, mentre Alessandro Bori si prende a sorpresa il titolo dei 50 stile libero, a circa mezzo secondo dal tempo limite per Tokyo. La firma nei 50 farfalla femminili è di Silva Di Pietro, mentre chiude la giornata odierna la vittoria di Martina Rita Caramignoli nei 1500 stile libero.
(ITALPRESS).