Paltrinieri, Martinenghi e Ceccon brillano agli Assoluti

ROMA (ITALPRESS) – Cala il sipario sui Campionati Assoluti invernali di Riccione. Anche durante l’ultima giornata non sono mancate le emozioni. Gregorio Paltrinieri non tradisce le attese e conquista per dispersione la gara dei 1500 stile libero con un discreto tempo (14’45″02). Il carpigiano era in dubbio, poi ha deciso di scendere in vasca per l’ennesimo titolo italiano della propria carriera: “Sono contento, ho chiuso con un buon tempo, soprattutto in queste condizioni. Ero abbastanza stanco ma volevo fare anche questa gara, fa bene gareggiare nella sofferenza”, le parole di Paltrinieri che nel 2021 sarà atteso a sfide ben più probanti. Non è più una sorpresa Thomas Ceccon, che dopo il pass olimpico sfiora il primato italiano dei 50 metri farfalla. Il talento classe 2001 nuota in 23″22 precedendo Piero Codia: “D’estate avevo fatto un tempo simile – racconta – speravo di fare qualcosina in più ma va bene lo stesso. Il prossimo anno ci sono le Olimpiadi e bisogna mettere le idee in chiaro”. Nicolò Martinenghi fa tris e si aggiudica il titolo italiano anche dei 200 metri rana dopo aver conquistato i 50 e i 100 metri tra ieri e l’altro ieri. In 2’10″19 precede Alessandro Fusco e Flavio Bizzarri. “Non mi aspettavo un tempo così – rivela Martinenghi – stavo molto bene in acqua. Il bilancio finale di questi Assoluti è positivo, sto bene sia fisicamente che mentalmente”. Federica Pellegrini invece fatica nei 50 stile libero vinti da Silvia Di Pietro. La ‘Divinà tocca con un ritardo di 25 centesimi dalla vincitrice ma guarda il bicchiere mezzo pieno: “Tornare a gareggiare dopo aver contratto il Covid è importante. Sono abbastanza soddisfatta, bisogna tenere conto di tutto. I tempi sono in linea, non ci sono gare andate meglio o peggio”. Christopher Ciccarese va lontano dal tempo limite per Tokyo ma si aggiudica il titolo dei 200 metri dorso, mentre Giulia Ramatelli conquista successo nella specialità al femminile. Roberta Piano Del Balzo rimonta Ilaria Cusinato nel finale e vince nei 200 farfalla. Martina Carraro è la campionessa italiana dei 200 rana davanti a Francesca Fangio e Lisa Angiolini. A sorpresa nei 200 misti maschili c’è l’affermazione di Giovanni Sorriso che sfrutta la squalifica di Alberto Razzetti per salire sul gradino più alto del podio. Nei 200 misti femminili trionfa Sara Franceschi, mentre nei 400 stile libero vince Linda Caponi. Infine da sottolineare la vittoria di Matteo Ciampi nei 200 sl davanti a Stefano Ballo.
(ITALPRESS).