Firmato un protocollo d’intesa fra Difesa Servizi e Ics

ROMA (ITALPRESS) – L’amministratore delegato di Difesa Servizi SpA., Fausto Recchia, e il presidente dell’Istituto per Il Credito Sportivo, Andrea Abodi, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per il recupero e la valorizzazione del patrimonio immobiliare militare a vocazione sportiva e culturale affidato alla società, con l’obiettivo di promuovere nuove progettualità gestionali che coinvolgano attivamente le istituzioni militari e non solo, i cittadini e le imprese. Il protocollo ha una durata triennale e prevede lo stanziamento da parte dell’Istituto per il Credito Sportivo di un primo plafond di 20 milioni di euro, da destinare alla concessione di finanziamenti agevolati per la realizzazione di progetti che prevedano interventi su beni immobili militari con caratteristiche di beni storici e impianti sportivi, unitamente a quelli ricompresi in circoli ricreativi, con funzione di protezione sociale per il personale del Dicastero. L’accordo rientra in una logica di partenariato pubblico-privato in termini di creazione del valore e di sviluppo e rilancio dei territori. I finanziamenti infatti, destinati sia a Difesa Servizi sia ai soggetti concessionari o affidatari degli immobili pubblici da essa gestiti, sono dedicati alla realizzazione di interventi di riuso, riqualificazione e recupero degli immobili pubblici nei settori dello sport e della cultura, con particolare riguardo a la messa in sicurezza (incluse le misure previste per fronteggiare l’attuale situazione emergenziale da Covid-19), l’efficientamento energetico, la sostenibilità ambientale, l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’implementazione tecnologica. Il recupero e il ritorno alla piena fruizione di questi beni rappresenta una significativa leva di sviluppo e rilancio, nonchè un’opportunità per promuovere l’avvio di processi di innovazione sociale e culturale. “Quello di oggi è un accordo dall’alto valore strategico per Difesa Servizi SpA., che segna un salto di qualità importante – afferma Recchia -, perchè ci consente di promuovere iniziative di valorizzazione sportive e culturali su immobili militari, anche facilitando l’incontro fra operatori privati e offerta pubblica, attraverso un sostegno finanziario qualificato come quello messo a disposizione dall’Istituto per il Credito Sportivo a tutto beneficio della comunità militare e non solo”. “Il modello di collaborazione con Difesa Servizi – ha dichiarato Abodi – rappresenta per Ics un ulteriore fattore di crescita e una grande opportunità per contribuire, con effetti già visibili e misurabili a partire dai primi mesi del 2021, al miglioramento dei luoghi di sport e di cultura, valorizzando il patrimonio immobiliare militare. Questo accordo è il primo frutto di un lavoro comune che nasce dalla capacità di fare sistema e rappresenta l’essenza della nostra missione pubblica, che la collaborazione con Difesa Servizi arricchisce di nuovi contenuti”.
(ITALPRESS).