Cittadella regione Calabria intitolata a Jole Santelli

CATANZARO (ITALPRESS) – “Oggi avremmo dovuto festeggiare con lei il suo compleanno, Jole Santelli è stata la figura politica che più di tutte le altre ha segnato il passaggio nuovo nel linguaggio, nell’approccio e nei risultati politici. Lei ha sfondato il palazzo dall’interno, ha seminato il grano buono e oggi vediamo i frutti di un’amministrazione Santelli che durerà fino all’ultimo giorno”. Lo ha detto il presidente facente funzione della Regione Calabria, Nino Spirlì, affiancato dagli altri assessori, in occasione dell’intitolazione della cittadella regionale di Catanzaro alla compianta presidente Jole Santelli. “Jole aveva la capacità di guardare ogni oltre steccato – ha continuato Spirlì – rispettosa e accogliente di tutte le tesi, da qualunque parte provenissero. E’ riuscita a regalare un amore materno, dal Pollino fino a oltre lo Stretto. Non abbiamo mai avuto il dubbio di condividere la volontà di fare in modo che questa cittadella regionale nuova, fraterna, generosa, rimanesse per sempre la casa di Jole. Sono convinto che sarebbe stata felice di questa scelta, è un segno della sua presenza”.
La cerimonia, alla presenza delle sorelle e dei familiari di Jole Santelli, è proseguita con la scopertura della targa, all’ingresso dell’edificio, l’esecuzione dell’Inno nazionale e la benedizione da parte dell’arcivescovo di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone. “Chiunque passando da qui potrà ricordare una donna indomita che, pur provata nello spirito, si è dedicata con tutta se stessa ad assolvere il mandato assegnatole”, ha detto l’arcivescovo richiamando i valori della comunità e del buon senso: “E’ importante coltivare, nel suo nome, un’amicizia reciproca e una collaborazione affinchè possano prevalere le ragioni del noi e del bene comune, rispetto agli individualismi, e la politica non diventi strumenti di oppressione”.
(ITALPRESS).