Coronavirus, Fontana “Tanti errori ma Lombardia colpita per prima”

MILANO (ITALPRESS) – “La Lombardia sapra essere la locomotiva di questo paese” Lo ha dichiarato il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana, intervenuto a “Timeline” su Sky.
“Condivido l’iniziativa Ue di interessarsi direttamente della distribizione dei vaccini a tutti i paesi membri, altra cosa quando l’Ue non interviene. Io credo in una Europa forte ma diversa. Errori? Io credo che si debba aspettare la fine dell’epidemia, tante cose che venivano viste come errori poi sono state cambiate strada facendo, i conti si fanno alla fine. Venni accusato pesantemente quando parlai di controlli per chi arrivava dalla Cina, o quando indossai la prima volta la mascherina. E’ difficile fare i conti oggi. Le cose da salvare? La voglia di combarere della comunità Lombarda, visto che la nostra regione è stata colpita più duramente. Gli errori? Sono stati tanti, ma l’unica giustificazione che chiedo è che siamo stati primi ad affrontare questa epidemia che è arrivata tutta in un colpo”.
Sulla proposta di Zaia relativa al passaporto sanitario Fontana dice: “Sarebbe utile”. Sull’ospedale in fiera a Milano: “Spero non venga più utilizzato ma è un polmone, una sicurezza che dobbiamo avere a garanzia di possibili situazioni negative”.
Infine sui rapporti con il Governo: “Ho avuto un buon rapporto con Conte, Boccia e Speranza. Ho avuto qualche piccolo conflitto ma sempre in funzione dialettiva propositiva”.
(ITALPRESS).