Contributi alle strutture di accoglienza per persone fragili in Toscana

FIRENZE (ITALPRESS) – Garantire contributi alle strutture di accoglienza per persone fragili, per la gestione dell’emergenza pandemica. Lo chiede una mozione, che vede come primi firmatari Gabriele Veneri (FdI) e Marco Casucci (Lega) e che è stata approvata dal Consiglio regionale della Toscana con voto favorevole all’unanimità.
L’atto ricorda che in Toscana esistono circa 200 strutture, tra onlus, associazioni, fondazioni e comunità, che si occupano di circa 800 persone fragili e disagiate e che hanno dovuto sostenere costi enormi, dal marzo 2020, per rispettare i protocolli sanitari e igienici. Per questo impegna la Giunta regionale ad adoperarsi affinchè queste strutture possano ricevere dalla Regione Toscana contributi a sostegno economico, alla stregua di quelli erogati a Rsa e Rsd durante i periodi di emergenza straordinaria; la impegna, inoltre, a provvedere affinchè si effettuino “screening totali con tamponi cadenzati gratuiti a operatori e ospiti” e a intervenire affinchè gli eventuali malati di Covid-19 all’interno di queste comunità possano essere accolti in alberghi sanitari o Covid-hotel creati ad hoc.
(ITALPRESS).