Vaccino, De Luca “Pronti a chiedere di invalidare piano nazionale”

NAPOLI (ITALPRESS) – “Se non ci danno altre dosi, reagiremo nelle sedi opportune e chiederemo l’invalidazione del Piano vaccini nazionale”. Lo ha detto Vincenzo De Luca nel corso della sua tradizionale diretta Facebook del venerdì per fare il punto della situazione sull’emergenza Covid. Il Presidente della Campania si rivolge direttamente alla struttura commissariale diretta da Domenico Arcuri e attacca i criteri di distribuzione del farmaco di Pfizer (la cui carenza è anche dettata dai tagli operati a livello europeo dall’azienda stessa) dopo i ritardi accusati in questi giorni nella copertura dei richiami. “I presupposti del Piano sono profondamente sbagliati – prosegue De Luca -. Nessuno mi dica che stiamo rispettando criteri oggettivi, abbiamo assistito al mercato nero dei vaccini: lo abbiamo denunciato è chiesto un riequilibrio che non è ancora avvenuto. Qualcuno ha detto che la Campania non ha accumulato scorte, è una idiozia. E’ arrivato il tempo di smetterla con le manfrine, mi auguro che prevalga il buon senso e la correttezza da parte di tutti”.
Commentando le decisioni del Tar di riaprire le scuole in Campania (già in classe le elementari, da lunedì le medie, dal 1 febbraio le superiori): “”Le decisioni del Tar ci portano alla riapertura delle scuole che è esattamente quello che volevamo ottenere” “Qui è come se qualcuno si divertisse a tenere le bambine e i bambini a casa – spiega – Abbiamo preso determinati provvedimenti per evitare focolai in classe e per evitare che gli alunni diventino il principale vettore di trasmissione del contagio nelle famiglie e quindi nelle comunità. Chi fa questi ricorsi – prosegue il presidente della Campania – agisce come se l’epidemia non esistesse”.
(ITALPRESS).