Basilicata, Bardi “A total abbiamo chiesto impegni precisi”

POTENZA (ITALPRESS) – “La Regione ha chiesto precisi impegni alla Total. Lo ha detto il presidente della Regione Vito Bardi a margine dell’incontro di oggi con la Total al quale hanno preso parte l’assessore all’Ambiente Gianni Rosa e il direttore dell’Arpa Basilicata Antonio Tisci.
“Si è reso necessario – ha spiegato Bardi – l’incontro di oggi a seguito di una diffida alla società volta a verificare le motivazioni di queste fiammate dei giorni scorsi. E’ emerso un quadro che deve essere controllato e noi abbiamo indicato alcuni punti che devono essere eseguiti affinchè la produzione avvenga nella massima sicurezza. Innanzitutto abbiamo chiesto riduzione produzione giornaliera a cui dovranno rispondere con un cronoprogramma dettagliato, una riduzione dell’emungimento dai pozzi con una maggiore produzione di gas, un piano di coibentazione degli impianti, un piano per la ridondanza degli stessi impianti e da ultimo un piano per la mitigazione dei rilasci in torcia, queste sono state le indicazioni della società dovrà darci per far sì che venga effettuato il cronoprogramma e affinchè venga messo tutto a norma. E’ chiaro che noi valuteremo la parte sanzionatoria e i danni che sono stati provocati da queste fiammate”.
“Con dati tecnici e con questo piano la società dovrà chiarire per evitare episodi analoghi in futuro. Il rapporto con Total resta normale queste sono verifiche che vanno fatte, e sono sicuro che la società risponderà a queste richieste e si tornerà alla normalità”. conclude.
Per l’assessore all’Ambiente Gianni Rosa una riunione che ha approfondito i vari incidenti di questo mese. “Sono emerse varie mancanze nell’ambito dell’impianto ecco perchè al fine di evitare incidenti simili in futuro abbiamo chiesto una serie accorgimenti tecnici che si riflettono sui piani delle coibentazioni. Alcuni di questi incidenti, ci dicono da Total dipendono dalle basse temperature, dal freddo. A noi pare strano che un impianto progettato a quell’altezza non avesse i giusti accorgimenti, noi abbiamo chiesto un piano specifico di coibentazione così come sulla ridondanza di alcuni impianti che non hanno funzionato”.
“Normalmente questa duplicazione del controllo abbiamo chiesto la verifica attenta e le doppie apparecchiature come per la mitigazione delle emissioni perchè non è possibile un eccesso di gas tutto in torcia con effetti sulla natura. Total deve ridurre la produzione. Una produzione tale da aver procurato questi guasti. Le soluzioni da noi richieste sono state accettate. Le sanzioni rimangono per i tre eventi con emissioni oltre le norma, si parla di sanzioni amministrative, saranno gli uffici a valutare” conclude.
(ITALPRESS).