Coronavirus, Bonaccini “se necessario pronti a nuove zone rosse”

BOLOGNA (ITALPRESS) – “Siamo pronti, dove ci sia un aumento dei contagi, a prendere provvedimenti ulteriormente restrittivi nelle prossime ore, nel caso ce ne fosse l’esigenza, come sempre abbiamo fatto e sempre di concerto con amministratori locali e di concerto con quello che le Asl ed esperti ci consigliano”, lo ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, in merito alla possibile istituzione della zona rossa nel comune di San Benedetto Val di Sambro, confermando che nei prossimi giorni sono previsti tamponi tappeto su tutti gli studenti delle scuole del comune. Bonaccini, che ha parlato ai giornalisti durante la videoconferenza stampa di presentazione del programma di rilancio dei comuni più colpiti nella prima ondata, ha poi commentato le novità contenute nel nuovo Dpcm varato oggi dal Consiglio dei ministri: “Ieri in riunione ci hanno presentato alcune cose, lo spostamento per altre settimane del rinnovo del blocco dei trasferimenti regione e regione anche nelle zone gialle è una scelta condivisa. Nel testo ci sono poi altre novità, meno discusse, ma noi prendiamo atto del provvedimento”.
Infine, sulla richiesta delle regioni di rivedere il sistema di classificazione a colori: “Questa è una discussione che faremo e su questo ringrazio i ministri Gelmini e Speranza che ci hanno consentito di avere un’interlocuzione già ieri sera con loro. Nei prossimi giorni avremo incontri sui nuovi Dpcm e un incontro sul Recovery Plan. Ad aprile dovrà essere mandato in Europa e vogliamo condividerlo, perchè su questo troppo poco si è fatto con il precedente governo, in termini di condivisione con regioni e comuni”.
(ITALPRESS).