Azzi nuovo presidente “Grande voglia di fare”

ROMA (ITALPRESS) – La Federazione italiana scherma sceglie la continuità per continuare a vincere. L’assemblea nazionale elettiva della Fis, riunita a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica, ha premiato la candidatura dell’ex vicepresidente federale Paolo Azzi, che guiderà dunque il movimento nel quadriennio olimpico 2021/2024. Il dirigente toscano ha vinto la sfida con l’olimpionico Michele Maffei: Azzi ha ricevuto 287 voti sui 421 validamente espressi, mentre lo sfidante si è fermato a 134 preferenze. “Sono veramente emozionato – ha ammesso il nuovo presidente subito dopo la proclamazione – è un momento particolare. Vorrei ringraziare tutti, rivolgere un saluto a Michele e ringraziarlo per il confronto. Rinnovo il ringraziamento a Giorgio Scarso e ne prendo il testimone, per me è un onere grandissimo. Sono in questo mondo da tanto tempo, ma la passione è la stessa di quando ero ragazzino. Con il rinvio dei Giochi di Tokyo il mio sarà un quadriennio biolimpico, una cosa inedita, ma prima di tutto bisogna ripartire perchè viviamo ancora l’emergenza Covid: il primo sforzo deve essere rimettere in moto l’attività nel rispetto di tutte le normative. C’è grande voglia di fare, farò tutto il possibile per lavorare al meglio per il bene del nostro movimento”.
L’assemblea della Fis, aperta dai saluti del presidente del Coni Giovanni Malagò e dai videomessaggi del presidente del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli, del presidente e amministratore delegato di Sport e Salute Vito Cozzoli e del ministro per lo sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, ha inoltre nominato presidente onorario il numero uno uscente Giorgio Scarso, visibilmente emozionato. “Sono stati venti anni di successi e di emozioni alla guida di una grande federazione – ha dichiarato il dirigente siciliano rivolgendosi all’assemblea – Ho commesso sicuramente errori, ma tornando indietro farei le stesse scelte perchè sono state fatte tutte in buona fede. Non mi sono mai sottratto alle responsabilità. Ringrazio tutti voi che rappresentate la meravigliosa Federazione italiana Scherma”. L’assemblea ha poi eletto anche il nuovo consiglio federale che sarà composto da Giovanna Trillini in rappresentanza degli atleti, Valerio Aspromonte e Rossana Pasquino per atleti, Maurizio Randazzo, Vincenzo De Bartolomeo, Alberto Ancarani, Joelle Rosanna Piccinino, Matteo Autuori, Sebastiano Manzoni e Guido Di Guida per gli affiliati.
L’assemblea è inoltre stata l’occasione per la consegna delle onorificenze: distintivo d’onore d’oro al generale Francesco De Leverano, sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, e al sindaco di Palermo Leoluca Orlando; distintivi d’onore a Gianni Ferraro, Vincenzo Hobbes e Patrizio Panattoni; Scudo d’Onore alla Polisportiva Partenope Scherma, al Cus Siena e all’AS Comini Padova 1885; Maschera d’onore al Maestro Paolo Cazzato. Sono poi stati consegnati dei riconoscimenti a tutti gli atleti che, nella stagione 2019-2020, hanno vinto la Coppa del Mondo: Alessio Foconi per il fioretto maschile, Martina Favaretto per il fioretto femminile U20, Benedetta Taricco per la sciabola femminile U20, Gaia Traditi per la spada femminile U20, Luca Fioretto per la sciabola maschile giovani, Giulio Gaetani per la spada maschile U20 e le squadre di fioretto maschile U20 e di sciabola maschile U20. Premi infine per Sandro Cuomo, tecnico della nazionale azzurra di spada, e per Andrea Cipressa, tecnico della nazionale azzurra di fioretto, inseriti dalla Federazione internazionale nella Hall of Fame.
(ITALPRESS).