America’s Cup, New Zealand avanti 5-3 su Luna Rossa

E adesso non si può sbagliare più. Dopo sei prove, si spezza l’equilibrio nella 36esima America’s Cup e per Luna Rossa sono finiti i bonus. Dopo l’annullamento delle regate nel quarto giorno, a causa del poco vento sul campo di regata, ad Auckland riprende il programma ed Emirates Team New Zealand mette a segno un doppio colpo che consente al Defender di passare a condurre le danze sul 5-3, a due punti dalla vittoria. Ma non mancano i rimpianti in casa Luna Rossa.
Nella prima regata i neozelandesi si avvicinano alla linea di partenza e sono costretti a poggiare per non incorrere in una penalità per partenza anticipata mentre l’imbarcazione italiana, con un perfetto time on distance, parte sopravvento ai kiwi e controlla tutta la prima bolina e la seconda poppa. Al primo cancello di poppa i neozelandesi riescono a fare separazione sulla destra del campo e a guadagnare metri che si trasformeranno in 58 secondi di vantaggio sulla linea di arrivo. Anche nella seconda prova Luna Rossa esegue una buona partenza. Pochi secondi dopo la linea la barca kiwi è costretta a rimbalzare sulla destra del campo, che sembra leggermente sfavorita. La prima bolina è condotta da Luna Rossa che gira così con un vantaggio di 16 secondi. Nella prima poppa i neozelandesi riescono a recuperare ed avvicinarsi alla scia dell’imbarcazione italiana, ma durante una strambata cadono dai foil e riescono a riprendere il volo dopo quasi 3 minuti, consentendo a Luna Rossa di accumulare un vantaggio di oltre 4 minuti che però svanisce nella seconda boa di bolina, quando le parti si invertono. Questa volta a causa di un calo di vento sulla boa di bollina, in manovra Luna Rossa scende dai foil e rimane bloccata in un buco di vento. “Oggi abbiamo perso due punti – commenta amareggiato il randista Pietro Sibello – Però abbiamo dimostrato teniamo duro e in partenza abbiamo dato battaglia. Loro in queste condizioni ci sono sembrati più veloci di noi, soprattutto nella prima prova. Nella seconda regata, abbiamo eseguito un’altra partenza molto bella e anche in qual caso abbiamo lottato molto. Purtroppo c’è stato quell’errore nella seconda bolina dove siamo caduti dai foil in una virata con vento super leggero, in pieno calo e lì ci hanno superato e hanno portato a casa il punto. Domani è un altro giorno e lo spirito deve essere questo, lottare e tener duro fino alla fine”.
(ITALPRESS).