Zingaretti “Lazio laboratorio di buona politica per l’Italia”

ROMA (ITALPRESS) – “Oggi come sapete riuniamo il consiglio per un passaggio non formale ma politicamente di grande rilevanza, che segnerà la nostra politica nei prossimi mesi”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso del suo intervento nella seduta odierna del Consiglio regionale. “Ora serve un cambio di passo – ha aggiunto Zingaretti -. Per questo abbiamo lavorato per un allargamento della maggioranza, con un accordo con il Movimento 5 stelle, che nasce alla luce del sole, nel confronto anche duro di opposizione, serio e aperto sui contenuti, con tutte le forze. Vogliamo che il Lazio diventi in laboratorio di buona politica dell’Italia da cui scaturiscano fatti concreti”.
“Servono”, ha poi proseguito Zingaretti, prima di presentare i nuovi assessori e il programma di governo dei prossimi due anni, “cose chiare e nette, comprensibili, dobbiamo ricostruire speranza e fiducia per il futuro, ma non bastano pacche sulle spalle. Bisogna immaginare un nuovo modello di sviluppo fondato sulla sostenibilità ambientale. In una fase dominata dalla paura le persone chiedono alla politica concretezza, impegno e tanta umiltà, per questo abbiamo lavorato sulle differenze e abbiamo tentato di rispondere con l’etica della collaborazione”. L’accordo, comunque, non significa diventare un partito unico, ha ribadito Zingaretti, ma serve “per poter dire che noi ci siamo, abbiamo capito e vogliamo aprire una stagione nuova”; insomma, una nuova maggioranza “più larga e forte per garantire stabilità e velocità”. Quindi “le forze che hanno aderito a questo progetto resteranno distinti ma queste forze diverse hanno decisivo di unirsi in una missione comune”.
Il presidente prima di introdurre le due nuove assessore ha salutato le due donne che hanno lasciato la giunta: Alessandra Sartore, passata a fare il sottosegretario al Mef, e Giovanna Pugliese, che proseguirà, comunque, a lavorare con la giunta, visto che sarà la delegata al cinema e all’audiovisivo. Roberta Lombardi, che si è dimessa da capogruppo del Movimento 5 stelle, guiderà la Transazione energetica, e Valentina Corrado si dovrà occupare di turismo e semplificazione, presentate ricordato anche la forte opposizione che hanno portato in aula negli ultimi anni. Sul programma ha tenuto a spiegare 15 grandi punti che distingueranno la guida del Governo regionale nei prossimi due anni, tutti nel solco dello sviluppo e dell’economia sostenibile, della sanità di prossimità, della parità di genere e del sostegno alla ricerca e all’agricoltura, con lo sfondo delle risorse del Recovery Fund e dei fondi europei.
(ITALPRESS).