Coronavirus, nel Lazio traffico -11% in una settimana

ROMA (ITALPRESS) – A due giorni dall’inizio del lockdown in molte regioni italiane, le misure restrittive previste dal Governo per contenere la pandemia continuano a incidere sugli spostamenti. Anche ieri si è confermato il trend di riduzione dei movimenti nelle regioni passate da giallo a rosso rispetto alla settimana precedente e alla normalità pre-Covid. Nonostante ciò nessuna regione registra cali paragonabili al lockdown di marzo/aprile/maggio 2020 e il numero di spostamenti è ancora più che doppio in rispetto a quel periodo. Nelle regioni rosse si sono registrate ieri consistenti riduzioni di traffico, rispetto al periodo pre-Covid (febbraio-marzo 2020), che oscillano tra il -16% registrato dal Lazio al -3% del Veneto. E’ quanto rilevato da “City Analytics – Mappa di mobilità” la soluzione di Enel X e HERE Technologies che, a partire dall’analisi dei Big Data, stima tra gli altri la variazione degli spostamenti e dei chilometri percorsi dai cittadini sul territorio nazionale, regionale, provinciale e comunale.
Tra i territori passati dal giallo al rosso, la Regione che più ha risentito delle nuove misure restrittive è il Lazio, dove ieri è stato rilevato un calo di traffico dell’11% rispetto alla settimana precedente e del 16% rispetto al periodo pre-Covid, anche se a confronto del primo lockdown i dati sono in linea con la media nazionale: i movimenti risultano comunque aumentati quasi del doppio (99%) rispetto allo scorso marzo.
La Regione rossa sui cui risulta aver inciso di meno lo stop del Governo è la Puglia, con un -2% di spostamenti rilevati ieri rispetto alla settimana precedente e un -10% rispetto periodo pre-Covid, e comunque +104% rispetto al Lockdown del secondo trimestre del 2020. Le regioni passate dall’arancione al rosso (Lombardia e Piemonte nell’analisi) hanno invece registrato spostamenti in aumento rispetto alla settimana precedente ma in calo rispetto a gennaio febbraio 2020.
Scorrendo la mappa interattiva di City Analytics si scopre così che in Lombardia ieri c’è stato un aumento di traffico del 12% rispetto alla settimana precedente, ma un a riduzione del 4% rispetto al periodo pre-Covid, mentre nei periodi sopra indicati in Piemonte il traffico ha rispettivamente subito una variazione del +6% e del -12%. L’unica regione bianca d’Italia, la Sardegna, si sta muovendo poco di più del periodo pre-emergenza (+4%) ma in maniera decisamente più consistente della settimana scorsa (+28%). Dati in controtendenza quelli della Campania, rimasta zona rossa, dove i movimenti sono aumentati del 20% rispetto alla settimana precedente, ma sono comunque diminuiti del 7% a confronto del periodo pre-Covid. Quanto alle città, Napoli benchè registri livelli di mobilità molto inferiori alle medie pre-emergenza, è l’unica delle 3 città rosse analizzate che registra un aumento di movimenti rispetto alla settimana precedente, con un +19%. Va comunque considerato che la variazione del +19% è misurata rispetto al martedì precedente in cui la città era già rossa, a differenza di Milano e Roma in cui il +4% e -21% è calcolato rispetto al periodo in zona, rispettivamente, arancione e gialla.
(ITALPRESS).