Biden “Putin assassino? Lo penso”. Tensione Usa-Russia

ROMA (ITALPRESS) – Alta tensione sull’asse Washington-Mosca. Le parole del presidente Joe Biden alla Abc, che senza mezzi termini dà del killer a Vladimir Putin hanno provocato le ire russe. “Lei conosce Putin. Pensa che sia un killer?”, è stata la domanda posta da George Stephanopoulos durante la trasmissione Good Morning America. “Lo penso”, è stata la riposta laconica e telegrafica. Il presidente ha poi rincarato la dose parlando delle ultime elezioni presidenziali. “Putin pagherà. Il prezzo che sta per pagare, lo vedrai a breve”, ha minacciato accusandolo di avere voluto influenzare le presidenziali del 2020. Parole piombate come macigni su Mosca.
Il presidente della Duma di Stato, la Camera bassa del Parlamento Vyacheslav Volodin ha stigmatizzato l’intervista, definendo le dichiarazioni del presidente americano come “un attacco ai russi”. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha rigettato con forza le accuse di interferenze sul voto statunitense, tacciandole come “prive di fondamento”. Intanto come primo atto ufficiale Mosca ha richiamato il suo ambasciatore negli Stati Uniti per consultazioni.
Il pesante giudizio di Biden nei confronti di Putin riguarda la vicenda dell’oppositore russo Aleksei Navalny. Se da parte degli organi ufficiali si registra la netta e dura presa di posizione contro l’inquilino della Casa Bianca, dall’altro lato diversi sostenitori del dissidente Navalny hanno twittato a favore di Biden.
(ITALPRESS).