Autorizzazioni ambientali, rinviata all’aula la proposta di legge

ROMA (ITALPRESS) – Arriva il via libera da parte della commissione Agricoltura e ambiente del Consiglio regionale del Lazio, con un voto all’unanimità, alla proposta di legge che modifica il procedimento per la valutazione di impatto ambientale (Via), l’autorizzazione ambientale integrata (aia) e l’autorizzazione unica per i nuovi impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti. Il provvedimento è stato illustrato dall’assessora alla transizione ecologica, Roberta Lombardi: “E’ sicuramente una legge frutto delle circostanze ma come spesso succede nella vita, da una situazione problematica può nascere un’opportunità. E’ ineludibile, infatti, dare risposte rapide ed efficienti alle attività produttive in vista della radicale riconversione del modello di sviluppo che stiamo per affrontare”. “Con questa proposta – ha spiegato – affidiamo all’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa) le competenze tecniche sulle istruttorie per la via, l’aia e l’autorizzazione e unica per i nuovi impianti di smaltimento dei rifiuti. L’Arpa resta in questo modo organismo tecnico, terzo sia rispetto all’amministrazione che ai privati. Alla direzione regionale spettano, infatti, l’adozione dei provvedimenti, la conduzione di procedimenti e conferenze dei servizi. Due gli obiettivi che vogliamo raggiungere: più tutela ambientale e più rapidità nell’azione amministrativa”. Infine l’appello di Lombardi alla commissione.
“Abbiamo premura di arrivare in aula con questa proposta, anche in seguito alle vicende giudiziarie che hanno coinvolto la dirigente che aveva la competenza su questi aspetti e alla riorganizzazione che ne è seguita. Abbiamo bisogno di ricominciare a lavorare in questo ambito con maggiore sprint e un supporto di professionalità che garantisca tutti”.
Proprio in risposta a questo appello il presidente Novelli ha proposto il rinvio all’aula del provvedimento, proposta approvata all’unanimità.
(ITALPRESS).