La Roma crolla anche a Genova, 2-0 per la Sampdoria

Nuova serata da incubo per la Roma dopo il 6-2 di Manchester. Al “Ferraris” la Sampdoria batte 2-0 la squadra di Fonseca che perde altro terreno rispetto alla Lazio e che vede ore il Sassuolo a -2 (nella lotta per il settimo posto). Si tratta della nona sconfitta in trasferta in questo campionato per la Roma, che non ne perdeva tante dalla stagione 2011-12. Buone indicazioni invece per Ranieri che tocca quota 45 punti, migliorando con quattro giornate di anticipo il punteggio dello scorso campionato. Primo tempo a due facce per i giallorossi di Paulo Fonseca. Nei primi 20′ la Roma parte bene e sfiora il gol con Borja Mayoral che ingaggia un duello personale con Tonelli decisivo nel deviare la conclusione a rete dello spagnolo al 2′ e al 14′. Ma alla mezz’ora è la Sampdoria a prendere il sopravvento: al 34′ Damsgaard scarica per l’ex Verre che col piattone da posizione centrale non trova la porta. Al 42′ c’è anche un lampo della Roma: suggerimento di Mkhitaryan per Dzeko che salta Audero ma conclude sull’esterno della rete.
Proprio quando la Roma sembra essere sul punto di reagire, la Sampdoria passa in vantaggio al 45′: la conclusione vincente è di Adrien Silva su invito di Thorsby ma l’occasione è viziata dall’incomprensione tra il portiere Fuzato e Kumbulla in fase di impostazione. Nella ripresa, la Roma non trova la scossa. Anzi, la Sampdoria ha l’occasione per portarsi sul 2-0 con una rapida transizione offensiva: ne approfitta Jankto che scatta alle spalle di Santon e batte Fuzato da buona posizione. Piccola reazione per la Roma al 71′: Adrien Silva devia col braccio un cross di Mancini, Sacchi indica il dischetto ma Dzeko sbaglia e si ipnotizzare da Audero. Alla mezzora Ranieri si gioca le carte Ramirez e Keita. Quest’ultimo sfiora il gol al 77′ con una conclusione sporcata da Smalling e deviata in tuffo da Fuzato, che evita il 3-0. Samp in festa; Roma in crisi.
(ITALPRESS).