Campania, c’è l’ordinanza regionale per la ripresa in sicurezza

NAPOLI (ITALPRESS) – Disposizioni per la ripresa in sicurezza delle attività economiche, culturali e sociali nell’ordinanza numero 17, sottoscritta dal governatore Vincenzo De Luca e in via di pubblicazione da parte della Regione Campania. Il dispositivo prende atto delle linee guida per la ripresa approvate dalla Conferenza delle Regioni e demanda all’Unità di Crisi campana la predisposizione “di concerto con le associazioni di categoria rappresentative degli operatori economici, dei protocolli attuativi/integrativi delle suddette linee guida prevedendo regole certe di prevenzione, proporzionate alla situazione di difficoltà e adeguate misure per assicurare l’accoglienza sicura e la promozione della fruizione in sicurezza dei diversi servizi (turistici, alberghieri, wedding, trasporti, spettacoli) anche attraverso facilitazioni all’accesso dei servizi e/o deroghe alle misure di sicurezza più restrittive, relative al contingentamento delle presenze e al distanziamento interpersonale, per cittadini in possesso di certificazione/Smart card di completamento della vaccinazione, fermo l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e di osservanza delle altre misure di prevenzione di base (frequente igienizzazione delle mani e degli oggetti)”.
Alle Asl territorialmente competenti, con il supporto, ove richiesto, della Protezione civile, il completamento, entro 10 giorni dalla pubblicazione del presente provvedimento, delle consegne delle smart card in corso di distribuzione alla data odierna, nonchè l’adozione di ogni misura, di concerto con l’Unità di crisi regionale, finalizzata a programmare la consegna delle ulteriori Smart card direttamente al momento del completamento della vaccinazione.
Si formula infine indirizzo ai direttori sanitari delle RSA (Residenze sanitarie assistite) e agli altri soggetti competenti di consentire l’accesso alle strutture, nel rispetto delle misure di sicurezza fondamentali (obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, frequente igienizzazione delle mani e degli oggetti) ai visitatori che comprovino, attraverso esibizione di certificazione/smart card, di aver completato la vaccinazione, secondo quanto prescritto dalle indicazioni del Ministero della Salute.
I direttori sanitari delle Rsa dovranno adottare inoltre ogni ulteriore misura organizzativa idonea a favorire nella massima sicurezza possibile gli accessi di familiari e visitatori e le uscite programmate degli ospiti, tenendo conto del possesso della certificazione vaccinale/smart card.
(ITALPRESS).