Lombardia: MILANO, 30 NUOVI FILOBUS HIGH-TECH ATM

Il trasporto pubblico del futuro è sempre più presente. Arrivano i nuovi 30 filobus da 18 metri acquistati da Atm nell’ambito del piano di investimenti dedicato al rinnovo della flotta attuato in un’ottica total green.
Il primo è stato consegnato al deposito Atm di Viale Molise ed entrerà in servizio, dopo i necessari collaudi, a luglio sulla linea 90/91.
Questi 30 veicoli fanno parte del primo contratto applicativo di un più ampio accordo quadro per un totale di 80 filobus, aggiudicato a seguito di una gara pubblica alla società polacca Solaris Bus & Coach SA per un valore complessivo di 61,5 milioni di euro.
“I nuovi filobus, un concentrato di tecnologia a zero emissioni, arriveranno ad un ritmo serrato di tre al mese – si legge nella nota –  Il comfort di viaggio è l’aspetto cardine che ha guidato Atm nella realizzazione del capitolato di gara di questi nuovi esemplari che andranno a rinverdire – in tutti i sensi – il parco mezzi aziendale.
La prima espressione di questo orientamento, che recepisce anche numerosi suggerimenti dei clienti, sono le dotazioni high-tech di bordo come, per esempio, le 8 postazioni USB per la ricarica di smartphone e tablet al fine di offrire un servizio aggiuntivo in mobilità”.

Elemento tecnologico distintivo di questi veicoli è quello di essere completamente elettrici: sparisce il motore endotermico (presente sui filobus della generazione precedente per gli spostamenti di emergenza) per far spazio alla batteria. Grazie infatti alla tecnologia IMC (In-Motion-Charging) i nuovi filobus potranno usufruire della marcia autonoma elettrica anche in assenza di alimentazione dalla linea aerea, con una autonomia fino a 15 km di percorrenza.
Le vetture, tutte climatizzate, sono innovative anche in termini di efficienza: dispongono infatti di un sistema di funzionamento in grado di recuperare l’energia in frenata consentendo un risparmio energetico pari al 15-20% rispetto ai vecchi filobus, che può così essere utilizzato a supporto delle più moderne tecnologie di bordo.
Il pianale ribassato consente un accesso più agevole e rapido; i nuovi mezzi sono progettati per trasportare 135 persone con 31 posti a sedere, due postazioni riservate alle carrozzine e quattro posti prioritari per passeggeri con ridotta capacità motoria, anziani, donne incinte e bambini piccoli. I sedili dedicati si distingueranno per il colore azzurro ben riconoscibile rispetto al resto dell’allestimento.

All’insegna della sostenibilità anche l’illuminazione che è stata studiata per migliorare l’accessibilità con luci full led sia sulle soglie di entrata e di uscita dei veicoli, sia a bordo, sia sui cartelli che indicano le fermate.
Per garantire un livello di sicurezza sempre maggiore ai passeggeri, i filobus saranno dotati di un circuito di videosorveglianza in collegamento diretto con la sala operativa di Atm, oltre a una cabina di guida “anti-aggressione” studiata ad hoc per i conducenti.
I nuovi mezzi andranno a sostituire tutti i filobus più anziani sulle linee 90, 91 e 92, con l’obiettivo di migliorare sempre di più il servizio di queste linee strategiche che ogni giorno disegnano la città come un compasso per quasi 40 chilometri. Ed è anche grazie alle linee filoviarie se già oggi la quota delle percorrenze svolte dai mezzi elettrici – treni metropolitani, tram e filobus è pari al 70%, in assoluto la miglior performance d’Italia e in linea con i migliori esempi mondiali”.