Regione Basilicata: UN BONUS GAS PER I COMUNI DELLA VAL D’AGRI

Arrivano i primi effetti positivi dall’addendum al “Disciplinare attuativo delle linee guida per la fornitura di gas naturale”, firmato a luglio dal presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi e dai rappresentanti delle compagnie petrolifere e dei Comuni della Valle dell’Agri, in provincia di Potenza. Dopo l’erogazione nei giorni scorsi del “gettone” relativo al “Bonus Energetico Val d’Agri” per l’anno 2018, la prossima settimana ciascun Comune pubblicherà l’avviso per il nuovo contributo relativo alla stagione termica 2018-2019. Ai 10 comuni già beneficiari da tre anni del bonus gas – questa è la novità che scaturisce dal nuovo addendum – si aggiunge quest’anno la cittadina di Calvello, nella Val Camastra. Gli altri comuni sono  Viggiano, Grumento, Marsicovetere, Marsico Nuovo, Montemurro, Moliterno, Sarconi, Spinoso Paterno e Tramutola. Il contributo che percepirà una famiglia di due persone sarà di 325 euro all’anno, ma la somma crescerà in rapporto al numero dei componenti, con 75 euro in più per ogni componente. Una famiglia media, composta da quattro persone percepirà quindi 475 euro.

Per il bonus gas relativo alla stagione termica 2018-2019 saranno distribuiti circa 4 milioni di euro, di cui 3 milioni e 700 mila alle circa diecimila famiglie  e la restante parte ai Comuni. “Le famiglie che vivono a Viggiano potranno contare su un bonus superiore, perché ne percepiscono già uno che ammonta a circa 600 euro”, spiega il primo cittadino di Viggiano, Amedeo Cicala, in qualità di  presidente della Conferenza dei Sindaci sul “Bonus Gas Val d’Agri”. “La cosa positiva – prosegue – non è soltanto l’ingresso di Calvello nel Bonus Gas Val d’Agri ,ma anche il fatto che il 20 per cento della quota dei Comuni potrà essere spesa per strutture sociali, scuole e mense”.