Emilia Romagna, bando per togliere l’amianto dalle scuole

BOLOGNA (ITALPRESS) – Via l’amianto dalle scuole dell’Emilia Romagna. La Regione interviene di nuovo con un impegno di oltre 8,7 milioni per riqualificare e mettere in sicurezza gli istituti scolastici di ogni ordine e grado da Piacenza a Rimini, con contributi che serviranno a coprire il 100% delle spese sostenute per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto. Una nuova iniezione di risorse nel segno della sostenibilita’ ambientale, in grado di far partire anche molti cantieri con un indubbio beneficio in termini di occupazione, e che rientra nel quadro della ‘cura’ contro l’asbesto ingaggiata dall’Emilia-Romagna da piu’ di 17 anni con oltre 30 milioni gia’ investiti. Il nuovo bando e’ indirizzato agli enti pubblici proprietari degli edifici scolastici in cui siano presenti manufatti in cemento-amianto da rimuovere, o gia’ rimossi con spese sostenute a far data dal 1^ gennaio 2014, che potranno inviare dal 19 maggio al 22 giugno una manifestazione di interesse compilando un’apposita scheda con modalita’ online. “L’Emilia-Romagna riparte dalla scuola – afferma l’assessore regionale all’Ambiente, Irene Priolo -. Grazie a queste risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione, potremo liberare altri edifici dall’amianto e dare ai nostri studenti ambienti piu’ sicuri e salubri. Continua cosi’ il nostro impegno per unire la tutela dell’ambiente, della salute e del lavoro. E con i nuovi cantieri che apriranno contribuiamo a dare una nuova spinta alla ripresa delle attivita’ dopo il lungo lockdown causato dall’emergenza coronavirus”.
(ITALPRESS).