Loew “Dopo Euro2020 lascio panchina Germania”

BERLINO (GERMANIA) (ITALPRESS) – Gli Europei e poi basta. Joachim Loew ha annunciato che lascerà la panchina della Germania dopo Euro2020 in programma quest’estate. Campione del mondo nel 2014 e commissario tecnico dal 2006, da quando ereditò la nazionale tedesca da Jurgen Klinsmann dopo la sconfitta nella semifinale dei Mondiali di casa contro l’Italia di Marcello Lippi, Loew ha deciso di anticipare il suo addio, nonostante un contratto che lo lega alla Federcalcio fino alla Coppa del mondo del 2022. “Ho preso questa decisione in maniera molto consapevole, pieno di orgoglio e di gratitudine ma allo stesso tempo con enormi motivazioni in vista degli Europei – le parole di Loew -. Sono fiero del lavoro svolto, per me è stato qualcosa di speciale guidare la Nazionale del mio Paese, da quasi 17 anni (da quando era vice-ct, ndr), ho lavorato con i migliori calciatori della Germania, crescendo insieme a loro. Con loro ho vissuto grandi trionfi e dolorose sconfitte, ma soprattutto tanti momenti meravigliosi e magici, non soltanto la vittoria del Mondiale 2014 in Brasile. Sono e resterò grato alla DFB, che ha sempre costruito un ambiente di lavoro ideale per me e per la nazionale”.
Loew, che ha vinto anche la Confederations Cup del 2017 in Russia, era stato messo in discussione lo scorso novembre dopo la clamorosa sconfitta per 6-0 contro la Spagna in Nations League. La DFB, la Federcalcio tedesca, dopo qualche giorno lo confermò alla guida della Nazionale ribadendogli la fiducia. Già da tempo si fanno i nomi per la sua successione: tra i candidati Flick, Matthaus e anche Jurgen Klopp che potrebbe lasciare il Liverpool.
“Ho grande rispetto per la decisione di Joachim Loew, uno dei più grandi allenatori del calcio mondiale”. Con queste parole il presidente della DFB, Fritz Keller, ha commentato la decisione del ct di lasciare la panchina della nazionale tedesca dopo gli Europei del 2020 in programma quest’estate. “Ha servito il calcio tedesco come nessun altro per tanti anni, non solo per i successi ottenuti, ma anche per la sua empatia e umanità. Il fatto che ci abbia informato della sua decisione in anticipo è da elogiare perchè ci dà il tempo necessario per fare le nostre riflessioni sul suo successore con calma e serenità”, ha aggiunto Keller. Per tanti anni il punto di riferimento di Loew è stato Oliver Bierhoff, direttore delle Nazionali e dell’accademia DFB. “Io e Joachim Loew abbiamo lavorato a stretto contatto per quasi 17 anni – dice l’ex attaccante, tra le altre, di Udinese e Milan -, si è creato un rapporto speciale costruita sull’assoluta fiducia nei confronti di Jogi che ha creato una nazionale capace di distinguersi anche per il bel calcio e il suo gioco offensivo. Tanti campioni sono cresciuti notevolmente con lui”.
“Mi dispiace che il nostro percorso professionale si fermi dopo gli Europei, ma so che i nostri rapporti personali continueranno. Al momento, però, sia io che lui siamo concentrati con tutte le nostre energie nel preparare al meglio il prossimo Europeo che continua a essere il nostro grande obiettivo”, ha concluso Bierhoff. La Germania fa parte del gruppo F di Euro2020 con Portogallo, Francia e Ungheria.
(ITALPRESS).